V DOMENICA DI PASQUA (Anno C)

 Gv 13,31-35

Novità, mi annuncia sempre un mio amico quando sa qualche nuova notizia. Se non sai le cose come stanno perché parli? Mi rimprovera spesso quando annuncio io qualcosa di nuovo, ma non corrisponde a quello che lui sa. Forse solamente in parte. Ha ragione. Non si può mai sapere tutto nei dettagli. Ognuno conosce una parte del sentito dire; una semplice opinione.

Tuttavia è bello confrontarsi, condividere qualcosa e così crescere nell’amicizia. E’ bello scoprirsi diversi e nella differenza ritrovarsi complementari. Lo stesso avviene nei momenti in cui si litiga. Con quest’amico per diversi mesi non ci siamo frequentati per delle incomprensioni. Ritrovandoci abbiamo capito di avere perso molto. Una persona amica resta sempre tale.

E’ proprio nelle pause di riflessione che ti accorgi dell’importanza di una persona. Comprendi i suoi ed i tuoi sbagli e li vedi piccolissimi nei confronti dei momenti belli che si trascorrono insieme. Impari a superare gli screzi anzi li ritieni necessari per migliorare. Se si tratta di amicizie belle e vere. Così com’è l’amicizia tra Gesù e gli apostoli, in particolare Giuda e Pietro.

Il primo lo tradisce; il secondo lo rinnega. E Cristo annuncia in questo frangente il nuovo comandamento: amatevi gli uni gli altri come io vi ho amati. Gesù continua ad amare i suoi, anche in un momento così terribile, dove la condanna a morte si fa più vicina. E’ qui la sfida di quest’amore divino di cui Egli fa parte e di cui vuole renderci partecipi. Amare chi ti tradisce e ti rinnega.

Una bella novità che supera i limiti insormontabili dell’orgoglio umano. Noi non siamo capaci di amare così. Lui ce lo deve insegnare. La scuola dell’amore dovrebbe essere la nostra casa. La scommessa della nostra fede è l’accoglienza della carità divina. Se impariamo ad amarci gli uni gli altri ci distingueremo dalle tenebre del mondo ed i lontani vedranno un amore fraterno che è accoglienza e condivisione, al di là delle simpatie e degli stati d’animo.

Video importato

YouTube Direkt

Non credere alle favole, ma neanche alla realtà.

A tutti quegli scrupoli che non ti fanno vivere.

Non perderti mai niente che tenga in vita questo fuoco.

Illuditi convinciti che no: tu non ti brucerai.

Se vuoi ricevere nella tua casella di posta elettronica i post della domenica iscriviti alla newsletter all’ indirizzo:

http://www.newsletter.it/categorie/sub_lista.asp?idlista=25707.

seguimi anche su facebook:

http://www.facebook.com/pages/Buona-Domenica/227021603976001

o sui blog: Piccole omelie http://primeomelie.myblog.it/

Ritagli: http://miepagine.blogspot.com/

e se vuoi vedere i miei “scarabocchi”Itinerariohttp://itinerario.fotoblog.it/